Piano di miglioramento

Logo piano di miglioramento

 

Il Piano in rete con altre scuole prevede lo studio delle buone pratiche e la disseminazione tra le scuole in rete. Attraverso questo progetto si intendono attivare le seguenti azioni innovative di ricerca:

  • migliorare il sistema di collegamento tra le scuole del primo ciclo e quelle del secondo ciclo di istruzione;
  • migliorare la comunicazione della scuola con il territorio attraverso la costituzione di reti di scuole e poli formativi;
  • diffondere pratiche innovative in termini di progettazione del curricolo;
  • progettare per competenze;
  • diffondere modelli di insegnamento e di apprendimento innovativi in maniera coerente ed efficiente lungo l'intero percorso formativo di uno studente;
  • migliorare le competenze degli alunni in ambito linguistico - letterario e matematico attraverso la progettazione di un curricolo verticale per competenze;
  • migliorare le performances grazie all'organicità e sistematicità degli interventi educativi e formativi messi in atto in ciascuno dei tre gradi di scuola, garantendo la gradualità e la completezza dell'intero percorso di studi;
  • aumentare le occasioni di confronto tra scuole, famiglie, aziende e territorio, migliorando l'offerta formativa delle diverse scuole;
  • realizzare un curricolo verticale strutturato in unità di apprendimento opportunamente progettate prevedendo metodologie di apprendimento informatico, scientifico e multimediale;
  • migliorare l'offerta formativa in termini di diffusione di buone pratiche attraverso l'utilizzo delle LIM;
  • realizzare un curricolo verticale e trasversale per due diversi territori (Olbia e Budoni/Siniscola) in modo da rilevare sia la trasferibilità del percorso scolastico sia le criticità dei due territori;
  • garantire riproducibilità di target: le azioni possono essere rivolte ad una fascia di studenti diversa;
  • garantire riproducibilità di territorio: le azioni possono essere realizzate in contesti territoriali differenti;
  • garantire riproducibilità dei contenuti: la metodologia di progettazione e programmazione del curricolo di italiano e di matematica può essere estesa a tutte le altre discipline;
  • diffondere i risultati al fine di condividere con tutta la comunità delle scuole della rete quanto realizzato nell'ambito del progetto e promuovere la continuità dei curricoli lungo l'intero percorso formativo degli studenti dalla scuola primaria alla scuola secondaria di secondo grado;
  • documentare gli esiti attraverso una programmazione dettagliata del percorso in unità di apprendimento e una relazione sulle criticità riscontrate nella realizzazione del progetto.